Loris Savino

Loris Savino

Loris Savino

June 26, 2015
0 Comments

Mostra fotografica

“Between Lands, in a permanent revolt”

DAL 27 GIUGNO AL 12 LUGLIO 2015

 

GALLERIA FILIPPO SCROPPO
Via Roberto D’Azeglio, 10, Torre Pellice TO
orari: martedì – giovedì 15,30 -18,30
venerdì – sabato: 10,30-12,30

sabato 4  e domenica 5 luglio: 15,30-18,30
sabato 11 e domenica 12 luglio: 15,30-18,30

 

LA MOSTRA

La mostra fotografica “Between Lands, in a permanent revolt” è il risultato di una documentazione importante, realizzata dal fotografo milanese Loris Savino, che ha seguito la primavera araba fin dalle prime proteste nelle piazze egiziane.

Una rivoluzione che rappresentava una chance di libertà per quelle masse che, essendo scampate a secoli d’idolatria e devozione teologica al potere, sembravano aver creato terreno fertile per diventare coscienziose e rivendicare un ruolo attivo nella partecipazione sociale e politica.

Con questo progetto il fotoreporter vuole mostrare come tutti i paesi del Mediterraneo, a causa dei recenti cambiamenti geopolitici a livello globale, siano caduti nel caos e come, nell’affrontare questa incertezza e l’entropia che tutto consuma, siano ora vittime delle conseguenze caotiche di questi stravolgimenti.

In questi quattro anni la rivolta è cambiata mille volte, si è estesa, irradiandosi in modo del tutto imprevedibile e caotico.

 

BIO

All’età di 16 anni Loris affianca l’attività del padre e fa le prime esperienze nell’ambito della fotografia editoriale e di moda.

Nel 2000 entra a fare parte dell’agenzia GraziaNeri di Milano con un progetto sull’immigrazione in Italia.

Successivamente si trasferisce a Gerusalemme e poi a Istanbul come freelance per vari giornali con cui instaura un rapporto di collaborazione. Nel 2005 entra a fare parte dell’agenzia Contrasto di Milano. Nello stesso periodo realizza diverse foto e documentari video.

Nel 2005 con un lavoro realizzato per una NGO sugli slum di Kibera in Kenia vince il premio Baldoni per la fotografia.

Nel 2011 segue le rivolte del mondo arabo e da vita a un progetto personale, Permanent Revolt, che lo vedrà spostarsi lungo le coste del mediterraneo tra Egitto, Libya, Tunisia, Grecia, di cui conclude una prima parte con una mostra multimediale fatta di suoni, video e immagini in mostra a Istanbul e in Italia.

Nel 2013 è fondatore del Linkelab studio di Milano e l’anno successivo segue la seperazione della Crimea dall’Ucraina per LeMonde, il NewYorker e ParisMatch.

Loris vive a Milano.
lorissavino.com

 

In collaborazione con Torino e le Alpi Festival


Join our
mailing list

to stay up date

Please enter a valid e-mail
%d bloggers like this: